California with KLM

California: un sogno che si avvera!

Eccomi a raccontarvi del mio viaggio in California, un viaggio indimenticabile.

Avevo sempre sognato di visitare la California, poi, un giorno, è successo tutto per caso: io, Vanessa, Pierangelo e Alejandro abbiamo messo su un viaggio nel giro di nemmeno un mese e mi sono ritrovata a dover fare tutto di fretta, senza ragionarci troppo su, senza aver davvero mai avuto il tempo di realizzare.

Il nostro viaggio è stato reso possibile anche grazie al supporto di KLM, la compagnia aerea del gruppo Air France. Ho viaggiato con loro per la prima volta e devo dire che mi sono trovata davvero benissimo: un volo intercontinentale di 11 ore che sono letteralmente volate grazie al confort, all’intrattenimento e ai buoni snack che le hostess consegnavano ogni 2 ore! A fine volo, i passeggeri business, vengono viziati anche con dei piacevolissimi omaggi, come le delft blue house, delle casette tipiche olandesi di ceramica di delft con dentro il Bols, tipico liquore olandese, e una trousse viaggio, contenente gli essenziali da portare sempre dietro durante un volo.

Ma la cosa più comoda  al mondo è stata la possibilità di acquistare il biglietto direttamente su Facebook e Twitter ( prima compagnia al mondo ad averlo fatto!) e pagarlo poi anche con Paypal!  Sono una compagnia super social e la cosa mi piace parecchio ;)

Ma andiamo avanti, addentriamoci in questo viaggio in California. Siamo stati lì dal 10 al 21 giugno.

La nostra idea era quella di fare i primi 5 giorni sulla costa, al mare, per poi spostarci verso la città e quindi Los Angeles, West Hollywood e quella zona lì. Volevamo visitare anche la death Valley, in Nevada, e nonostante la distanza, abbiamo pensato che potevamo incastrarla benissimo tra le due  tappe, e così abbiamo fatto.

I primi 5 giorni eravamo in un residence in pieno stile americano a Marina del Rey, quartiere vicinissimo a Venice beach e Santa Monica. Abbiamo optato per questa zona in quanto cercando qua e là sul web, consigliavano di alloggiare qui piuttosto che a Venice, zona molto più tranquilla di giorno che di sera.

Ci siamo trovati benissimo perché ogni giorno raggiungevamo facilmente tutti i posti che ci eravamo prefissati nelle vicinanze ( ci muovevamo sempre in macchina, è consigliabile comunque affittarla perchè le distanze a LA sono molto grandi ).

Venice beach è bellissima, ho amato i murales che caratterizzano il quartiere, lo skate park, i negozi di tatuaggi, la distesa di spiaggia… tutto. Abbott Kinney Boulevard  è la principale via dei negozi di Venice e proprio lì, c’è uno dei miei ristoranti preferiti, Gjelina. Ci credete che ho mangiato una pizza buonissima che neanche in italia? :P

Le spiagge di Santa Monica, rese celebri dal telefilm Baywatch, mi hanno  lasciato a bocca aperta, insieme ai vialoni di palme, i negozi, il molo e le luci del Pacific Park, si proprio quello che è presente in miriadi di film/telefilm!
Tutta l’atmosfera che si respira li, credetemi, è unica.

Ci siamo rimessi in viaggio. 5 ore di macchina a bordo della nostra Dodge Journey con la radio sempre accesa, la destinazione questa volta era Las Vegas.

Siamo arrivati nel pomeriggio e dopo una sistemazione in hotel ( a Las Vegas gli hotel sono uno più bello dell'altro e si trovano anche a basso prezzo!) abbiamo fatto un giro della città… è davvero frenetica come la immaginavo! già dalle 5 del pomeriggio le strade sono affollate e i casinò non dormono mai.

Las vegas mi è piaciuta diversamente, forse mi è piaciuto più il fatto di averla vista che la città in se, niente a che vedere con quello che può lasciarti l’atmosfera ed il clima della California.

La mattina dopo ci siamo diretti verso il caldo entroterra, direzione deserto. Altre 2 ore di macchina solo per raggiungere la Death Valley, ma ne è valsa la pena. I colori delle montagne, il panorama e il senso di libertà che possono darti certi luoghi non hanno davvero paragoni.. sicuramente quel caldo lì non lo dimenticherò mai ahahah, potete immaginare!

La mattina dopo salutiamo Las Vegas per l’ultima tappa del nostro viaggio: Los Angeles.

Il nostro hotel era sulla Sunset blvd, a West Hollywood, anche questa zona centrale e comoda per raggiungere sia Beverly Hills che Los Angeles.

Rodeo Drive, la Walk of Fame, l’osservatorio di Griffith, il LACMA e Melrose Place sono solo alcuni dei posti che ho visitato e che sono riusciti a confermare il mio amore smisurato per questo posto.

Sarebbero ancora tante le cose da dire quindi preferisco lasciare a voi la parola ragazze! se state programmando un viaggio in California o se semplicemente avete delle curiosità a riguardo, scrivete pure qui nei commenti, mi farà piacere aiutarvi :)

Buona giornata!

Leggere di più


longines

First time at Roland Garros with Longines

A Parigi per il Roland Garros con Longines

Ecco che finalmente riesco a raccontarvi e a mostrarvi tutte le foto fatte a Parigi qualche giorno fa. Come avete visto sui social, sono stata due giorni lì in occasione del Roland Garros ospite di Longines, storica azienda svizzera produttrice di orologi lusso.

Non avevo mai assistito ad un match di tennis, nonostante io non sia poi esperta ed appassionata di questo sport, assistere ad una partita dal vivo assume un altro aspetto: riesci a sentire le emozioni dei tennisti e la loro forza fisica, come anche quella mentale. L'adrenalina nel campo è a mille nonostante sia più piccolo di come lo immaginavo.

Il primo giorno siamo andati a visitare il negozio Longines per la presentazione del nuovo orologio limited edition per il Roland Garros, dove come ospite c'era Steffi Graf, un'ex tennista tedesca considerata tra le migliori tenniste e atlete della storia.

Abbiamo avuto il piacere di conoscerla e scambiare quattro chiacchiere con lei: oltre ad essere una bellissima donna è una persona molto positiva ed in gamba.

Nel pomeriggio, prima del successivo evento insieme a tutta la crew, abbiamo scattato un po di foto al Trocadero. La Tour Eiffel riesce ad incantare sotto ogni luce e prospettiva. E' proprio vero, Parigi fa innamorare.

Abbiamo poi partecipato alla conferenza stampa con il vice direttore marketing di Longines dove abbiamo assistito ai sorteggi di alcune giocatrici giovanissime provenienti da tutto il mondo che si sarebbero poi scontrate in loco nei giorni a seguire.

Il giorno dopo ci hanno portato al villaggio di Roland Garros, e dopo aver visto un intero match a bordo campo insieme ad altri influencer provenienti da tutta europa, abbiamo pranzato e concluso lì la giornata prima di ripartire.

E' sempre bello poter avere la possibilità di fare esperienze interessanti e conoscere persone nuove.

Ringrazio ancora una volta di cuore Longines per avermi avuta lì con loro. <3

Leggere di più


Delsey, la mia compagna di viaggio

Delsey, la mia valigia limited edition per i 70 anni del brand

Buongiorno ragazze! come state? io vi scrivo dal treno, questa mattina sto andando a Milano per degli appuntamenti.

Come avrete visto, nell'ultimo mese è un viaggio continuo, mi muovo da una parte all'altra come non avevo mai fatto prima e questa freneticità mi porta ad essere stanca ma al tempo stesso elettrizzata e felice.

Dopo il viaggio a Siviglia, sono stata a Firenze per un bellissimo weekend di lavoro ospite a Villa San Michele, un prestigiosissimo hotel lusso di Belmond situato a Fiesole ( nel prossimo post ve ne parlerò in maniera più approfondita!)

Ho portato con me la mia nuova valigia Delsey, ormai mia fedele compagna di viaggio, azzurra come le più belle sfumature del cielo in pieno giorno.
Per chi non lo sapesse, Delsey, brand francese punto di riferimento mondiale del design e dell’innovazione nel mondo dei viaggi, quest'anno ha celebrato il suo 70° anniversario. Per festeggiare questa ricorrenza,  ha ideato tre nuove ed esclusive collezioni icona in edizioni limitate che, grazie al connubio di praticità e raffinatezza, rappresentano oltre 7 decenni di esperienza unica e un design innovativo.

Il modello in questione è HELIUM AIR 2, che potete tranquillamente trovare sul loro sito. E' disponibile in 3 varianti di colore ( light blue, purple e steel grey) ed in 5 dimensioni. Io ho scelto la classica dimensione media (70cm) perfetta per viaggiare comodi e leggeri in aereo e al tempo stesso abbastanza capiente da contenere tutto il necessario e oltre. E' davvero super! ;) Che ne pensate?

Vi mando un abbraccio e ci sentiamo sui social! Buona giornata!

Leggere di più


Parfois

Parfois and friends in Porto

Parfois and friends.

Subito dopo la settima della moda sono volata a Porto, in Portogallo, insieme a Parfois, brand portoghese di accessori moda molto conosciuto anche qui in Italia. La giornata  è stata piena di avventure e sorprese, un vero e proprio tour organizzato, a bordo del nostro bus a due piani in stile vintage: il piano terra era allestito con divanetti bianchi, cuscini e piante, un po il pane per i denti di noi blogger, mentre dal piano superiore potevamo ammirare al meglio le bellezze della città, con sottofondo la playlist di spotify del momento. Una bellissima giornata di sole ha poi sicuramente contribuito a rendere la scoperta della città ancora più bella.

La prima tappa è stata in uno dei più grandi store Parfois della città, situato nel centro commerciale di Porto, dove, insieme alle altre colleghe blogger da tutta europa,  abbiamo scelto e completato i nostri look per la serata misteriosa che ci avrebbe atteso.

Usciti dal negozio, ci siamo diretti verso el "Jardins Do Palàcio De Cristal", giardini la cui vista panoramica sul fiume Douro e sulla città, sono uno dei motivi di principale interesse. All'interno dei giardini era riservato per noi uno spazio dove abbiamo potuto degustare dei prodotti tipici portoghesi accompagnati rigorosamente dal buon vino di Porto.

Dopo il pranzo, abbiamo passeggiato per i vicoli stretti e in salita del centro storico, tra le case antiche e i tetti rossi , che contribuiscono  a creare quel clima retrò e di tranquillità, caratterizzante della città.

La nostra visita è proseguita a bordo di un metrò vintage dove, mentre ci raccontavano un po di storia della città, venivamo deliziati con dolcetti ( i Pastois De Nata sono la fine del mondo!! ) e vino rosso di Porto! Il cibo portoghese è buonissimo, se non lo avete ancora fatto dovete provarlo!

Dopo un piccolo pit stop in hotel, ci hanno portato all'interno di una villa immersa nel verde, nascosta nel cuore della città, piena di luci e avvolta da un'atmosfera misteriosa. Nella prima stanza, vi era esposta tutta la collezione SS 2016 di Parfois, un concentrato di esotico tra natura e stampe orientali che riportano al viaggio. Diversi sono i key pieces che ho individuato per l'estate, come la mega clutch in rafia con la stampa di un leone, le maxi collane e i sandali con platform in corda, tutti pezzi che a breve saranno disponibili nei negozi Parfois.

Finalmente il luogo segreto ci è stato rivelato: un labirinto ci ha condotte in un gazebo con luci soffuse all'interno del giardino, dove una lunga tavolata imbandita di chiacchiere e sapori del Portogallo era pronta per noi, in una magica notte di fine febbraio, pronti a brindare Parfois per questi piacevoli giorni trascorsi insieme.

Leggere di più


Cotton House Hotel, Barcelona

Durante la mia vacanza a Barcellona ho avuto occasione di scoprire il Cotton House Hotel. L'edificio in passato era la sede della Fundación Textil Algodonera, l’associazione dei fabbricanti di cotone. Il Cotton House è un lussuoso hotel che fa parte del Marriott Autograph Collection. E' situato in una buona posizione, a pochi minuti a piedi da luoghi d'interesse come Plaça de Catalunya, Sagrada Familia e Casa Batlló. La prima impressione appena arrivata è stata: "wow"! lo stile chic e il design elegante dell'hotel mi hanno lasciata subito a bocca aperta. L'hotel emana un'atmosfera calda e accogliente, grazie alla cura dei dettagli presente in ogni angolo. Le due scale all'interno, una spirale e l'altra in marmo, sono entrambe spettacolari. Quella a chiocciola è la mia preferita, l'unica del suo genere in Europa, l'avrei fotografata in continuazione!! :D
Protagonista è ovviamente il Cotone, dal profumo diffuso negli ambienti, ai tessuti delle lenzuola e alle decorazioni delle varie stanze: ogni camera è all-white, impreziosita da ramoscelli di cotone e stampe a tema.
L'esperienza sensoriale a 360 gradi è completa con l'ottimo cibo che si può gustare all'interno dei ristoranti, la colazione a buffet è ricca e varia dal salato al dolce (ce ne erano tantissimi!), con ampia scelta di frutta fresca, frullati e bevande di ogni genere. Ok che vado matta per le colazioni in hotel, ma credetemi, era tutto estremamente buono!
Se avete in mente quindi di fare un viaggio a Barcellona non posso che consigliarvelo!!

Penso che le foto parlino da sé..non vedo l’ora di leggere i vostri commenti! A presto con un nuovo post :)

 

Leggere di più


FCA for Expo

Buongiorno ragazze! come avete visto dai miei social, qualche settimana fa sono stata finalmente all' Expo grazie a Lancia. E' stato un vero e proprio viaggio alla scoperta di Expo e della nuova Lancia Ypsilon. Il primo giorno abbiamo partecipato al vernissage della mostra fotografica Style & The City curata da Lancia in collaborazione con Getty Images all'interno di God Save the Food, ristorante e cocktail bar in via tortona dove si può gustare buon cibo dalla colazione alla cena. Il tema dell’esposizione è lo stile delle città: attraverso l’obiettivo dei fotografi le strade diventano passerelle, i marciapiedi si trasformano in red carpet, i lampioni sono come riflettori puntati su di noi e le metropoli ci aprono orizzonti inaspettati. Lo stile viene colto nella sua dimensione più quotidiana, come stile di vita di cui siamo ogni giorno protagonisti. All'esterno del locale è esposta la nuova Lancia Ypsilon (la trovate ancora!) che presenta un nuovo design fresco e moderno ma fedele al suo carattere e alla sua unicità. Lo stile degli esterni, da sempre uno dei principali motivi d’acquisto del modello, è stato reinterpretato dai designer per conferire alla vettura un look ancora più bilanciato e armonioso. Mi piace tantissimo! Il giorno dopo invece abbiamo fatto una vera e propria full immersion ad Expo, in giro tra i tantissimi padiglioni dove ho ammirato istallazioni pazzesche, attrazioni  e ho fatto una buona dose di cultura del cibo. Unica pecca le file chilometriche che non ti danno la possibilità di vedere tutto in una giornata ( ho visto soltanto il padiglione del Vietnam, Francia, Turchia, Spagna, Stati Uniti ed Olanda) ma in compenso ho gustato dell'ottimo cibo spagnolo all'interno dello stesso padiglione. Ogni luogo era perfetto per scattare delle foto, giuro, soprattutto in alcuni punti avrei allestito un vero e proprio set fotografico. Una vera e propria esposizione universale che mi ha lasciato senza parole. E' stata una bellissima esperienza e ringrazio Lancia per avermi guidato attraverso questo viaggio!

Leggere di più